Questa curiosa commedia, nota agli specialisti di Lope de Vega, esce in versione italiana per la prima volta. Non tra le maggiori del Fnix de los ingenios ma si legge con piacere e riveste, come naturale, uno speciale interesse per il pubblico siciliano.

  Il nome del protagonista pu essere inteso come una sciarada che associa alla rosa, in forma emblematica, il fiore bianco e le bacche nere del sambuco. Il personaggio storico San Benedetto da San Fratello (San Benito de Palermo nei paesi di lingua spagnola, So Benedito o So Bento Preto in quelli di lingua portoghese).

Lope risolve a suo modo un nodo drammatico: l’incontro fra la gente d’Africa e l’Europa mediterranea. Lo sfondo uno dei pi pittoreschi che si possano immaginare: Palermo, il suo mare, i suoi monti. Quanto all’Introduzione, un pretesto per richiamare alcuni aspetti non secondari dei rapporti intercorsi tra Spagna, Portogallo e Sicilia negli anni compresi tra la fine del secolo XVI e gli inizi del XVII.