MAIL

       
 
   

 
Editor, traduttore editoriale, giornalista freelance. Addetto e reggente dell'Istituto Italiano di Cultura in Portogallo (Lisbona, 1991-1993). Preside del Liceo Italiano «Enrico Fermi» di Madrid (1993-1997), di cui ha diretto i «Quaderni» (tra il 1994 e il 1996 vi hanno scritto, tra gli altri, Isabella Bossi Fedrigotti, Gesualdo Bufalino, Vincenzo Consolo, Claudio Magris, Dacia Maraini, Federico Mayor, Gabriele Salvatores, Fernando Savater, Lucio Villari). Autore di «O Mocho e o Mago» (Afrontamento, Oporto, 1993), romanzo breve sull'incontro a Lisbona tra Aleister Crowley e Fernando Pessoa. Curatore della prima edizione italiana della «Comedia famosa del santo negro Rosambuco de la ciudad de Palermo», di Lope de Vega (Palermo, Palumbo, 1995). Coordinatore de «Gli Schiavi della Fredensborg» (Trento, Erickson, 2001), edizione italiana di The Slaver Fredensborg, di K. Aust, L. Svalesen, K, Wessel (Progetto UNESCO The Transatlantic Slave Trade). Editor di «Grandezza e magnificenza della città di Lisbona. Dalle carte di Giovan Battista Confalonieri, Segretario del Collettore Apostolico» (Nicolodi, Rovereto, 2005). Autore di «Longo Estudo, Grande Amor. História do Istituto Medio Dante Alighieri de São Paulo» (Annablume, São Paulo, 2011). Autore di «Ogni donna è una stella. Aleister Crowley & Jane Wolfe a Cefalù» (Palermo, Torri del Vento, 2016). Coautore di «Sfidando l'Ignoto» (con Sandro e Salvatore Varzi. Palermo, Torri del Vento, 2017). Dal 2005 al 2010 ha diretto l'Ufficio Scolastico del Consolato Generale d'Italia a San Paolo del Brasile. Docente ricercatore presso il Colégio Dante Alighieri di San Paolo (2010-2012). Direttore responsabile della webzine arsenale. Collaboratore di vari quotidiani, riviste e periodici, tra cui «Tuttoscuola» , «Kalós», «Trentino». .

alessandro dell'aira